Lascia il tuo messaggio

Un profondo ringraziamento a tutti coloro che hanno lasciato scritto un messaggio, una lettera. Leggere tutte quelle parole, pensieri, ricordi, ci aiuta a sopportare la grande mancanza di Agnese.

Abbiamo capito quanto era importante per voi. Se sarà vostro desiderio o bisogno, continuare a scriverle, noi ne saremo molto felici, non finiremo mai di ringraziarvi.

Agni, resterai sempre con noi.

CI SONO 62 MESSAGGI
  • Daniela
    Rispondi

    Sono passati 10 anni. 10 anni, se cerco di materializzare il tempo, mi sembra tantissimo, se penso a lei è ieri! Non penso intensamente, fa troppo male. La penso in movimento, accaldata, con le sue guance rosee, i suo capelli tirati su con qualche boccolo sul collo. Allo specchio con quelle grandi mani aperte che tirano su i capelli per fare la coda e con le braccia in alto scoprire i fianchi, quei fianchi rotondi, con il neo sul fianco destro. E la sua risata!!!!
    Non è una ragazzina di 15 anni, è cresciuta con le sue amiche oggi per me ha 25anni. Da un ultimo sogno proprio di venerdì notte, sembra che faccia la parrucchiera a domicilio. Ha detto che si è rifatta una vita che non è finito tutto in quell’incidente.
    E’ vero non è finito tutto, anzi grazie a te perché siamo sicuri che sia soltanto con il tuo aiuto e quello di Cristo che noi abbiamo aperto il nostro cuore agli altri, ci hai resi sereni, in ogni ragazza io vedo te e tutto quello che faccio per lei lo faccio a te, nel mio lavoro, nelle mie amicizie nel mio vivere quotidiano e questo mi da gioia immensa. Siamo diventati dopo la tua morte più sensibili alle gioie della vita, forse meno al dolore. Lo comprendiamo ma non proviamo disperazione o rabbia o … non so spiegare. Ci emozionano di più le cose belle!!!! Forse non siamo facili da capire, ma è così e siamo felici per questo. Ringrazio tutti i partecipanti a questa messa, ma un ringraziamento speciale va alla mia splendida Famiglia, ai miei amici, alle amiche, amici di Agnese. Tutti con la loro discreta presenza ci sostengono ogni giorno. Infine, ma non certo per ultimo il mio pensiero va a Gesù che quel 7 luglio, in quella giornata afosa ha fatto per me il Miracolo! Ha fatto scendere sopra di me la consapevolezza della mia perdita, ma contemporaneamente mi ha dato la rassegnazione, la serenità interiore e la voglia di VIVERE e non SOPRAVVIVERE. Per questo e molto altro mi ritengo fortunata.
    Daniela

LASCIA IL TUO MESSAGGIO